Eremita del cuore – 7 febbraio 2009

       E restar seduto qui, una tastiera a scrivere parole, sputate li come veleno di cobra, in overdosi di canzoni, perchè non possa ascoltar la vita, che mi chiama, che mi vuole. E’ un incontro impossibile, al qual volto le spalle. Io che passato ho spugna su di un volto, il mio. Sfregiato, immostrabile, specchio di cuor sfuggente. … Continua a leggere

Il poeta maledetto Vs. Gabriele D’Annunzio

Il vento scrive      Su la docile sabbia il vento scrive con le penne dell’ala; e in sua favella parlano i segni per le bianche rive. Ma, quando il sol declina, d’ogni nota ombra lene si crea, d’ogni ondicella, quasi di ciglia su soave gota. E par che nell’immenso arido viso della pioggia s’immilli il tuo sorriso.       … Continua a leggere

Il poeta maledetto Vs. Charles Baudelaire

Tristezze della luna Nei suoi sogni la luna è più pigra, stasera: come una bella donna su guanciali profondi, che carezzi con mano disattenta e leggera prima d’addormentarsi i suoi seni rotondi, lei su un serico dorso di molli aeree nevi moribonda s’estenua in perduti languori, con gli occhi seguitando le apparizioni lievi che sbocciano nel cielo come candidi fiori. … Continua a leggere

Deserto – 24 gennaio 2009

      Soffoca, stringendo arcigna dita al collo. Vince, segnata ormai la lotta per la vita. Batte, scandendo ad ogni sussulto un punto. Esanime lasciando spoglie abbandonate a putrescenza. Eppur… Qual organismo ch’or giace ai piedi tuoi, oramai in ricordo flebile mutato, hai ucciso? Le tue mani or tremano, sbiadendo al chiaror dell’alba, mentre con occhi vitrei osservi, che … Continua a leggere

Violentami! – 11 gennaio 2009

  Assaggia la mia pelle, cogli il mio sapore. Distillalo fra le tue labbra come prezioso unguento raccoglilo in ampolla come veleno raro da usar per estatica possessione. Con le tue mani riduci pieghe in piaghe, deturpa come cave affamate, vallate, cime, fiancate. Inonda le mie terre e battimi come ghibli e sabbia, scarnificando la mia essenza. Cibati della mia … Continua a leggere

Assenza giustificata

Voglio ringraziare i molti di voi che, notando la mia “assenza” sul blog del poeta maledetto, si sono un pò preoccupati e hanno chiesto, si sono informati. Per coloro i quali, non sapessero ancora, vi dico che… Non c’ero, ma c’ero. Questo nuovo anno è molto importante per me. Sarà l’anno della rivalsa. Grandi cose mi aspettano e a grandi … Continua a leggere

Vortice – 15 dicembre 2008

Vortice, vortice che assorbe tutto e frulla, confonde, mescola, passato, presente, futuro. Mi guardo intorno, ma tutto è come prima, eppur tutto è cambiato. Non una cosa mantiene il suo colore. Sbadito, appassito tempo che fugge in un vortice fermandosi. Come di foto in bianco e nero, fissa su di un attimo che ad eterno si vota. Quel che riman … Continua a leggere

Allo specchio – 1 dicembre 2008

Mi vesto, mi spoglio, mi rivesto di mille abiti che non sian io. Portando il mio pensier di cuore in cuore, di magiche parole in confusione. Battaglia lunga assai, crudele e dura ch’unica via d’uscita sia una fuga. Combattere me stesso m’abbisogna vivendo di bene e di male solo negli altri. Fantasma evanescente, polvere di sogno, smarrita in tenue luce … Continua a leggere

citazione dovuta, di dovuta citazione – 13 novembre 2008

  Stamattina mi è capitata una cosa curiosa ma molto ben accetta, che mi ha reso di buon umore. Come già molte volte accaduto, ero in chat, in incognito. Mentre ero in una delle innumerevoli rooms, mi è capitato di vedermi citato da una donna. Delle frasi semplici, una poesia mia. Qualcun’altra che diceva “bella! Molto bella” e lei, entusiasta … Continua a leggere

Riflessione in pausa – 12 novembre 2008

  Se mi ami, lottiamo insieme, per essere insieme. Io non abbandono mai la battaglia, non batto ritirata, non cedo un passo, nè mi volto indietro. Preferisco perire da eroe che vivere da vigliacco. E se anche ferita grave e profonda mi hai dato, io sono qui. Pronto ancora a lottare, per me e per te. E se ti sentirai … Continua a leggere