Caleidoscopica giostra di colori

  Indistinti nell’unico pallor di bianca luce. Non sempre sovrasta significato, modo in cui qualcosa è presentata. Tal progetto suggerì l’esteta… Disegnando parole, lo realizzò il poeta.   Il poeta maledetto

La giostra – scritta il 6 aprile 1995

  Il tuo sorriso dolce, il tuo profondo sguardo, le tue bellissime gambe, le tue stupende mani, il tuo meraviglioso corpo, i tuoi lunghissimi capelli che mi sfiorano il viso; mentre in un dolcissimo gioco giri intorno al mio esistere. Non fermarti amore, continua a girare. Il mondo è confuso: sei tu, l’unica certezza. Sorriso dolce, profondo sguardo, bellissime gambe, … Continua a leggere