Amore non è amore se muta…

  Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l’altro s’allontana. Oh no! Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai. Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio… Se questo è errore e mi sarà provato io non … Continua a leggere

Appassita rosa – scritta il 17 settembre 2008

  Rosa mia adorata, inebriato fui profumo tu volesti cedermi. E d’amore m’ebbriai. Come mieloso nettare assaporai, mangiai, goloso senza mai saziarmene. E pretesi e presi. Di giorno in giorno, a goccia a goccia presi. Senza capire che veleno ess’era. Senza capir che la mia anima ti davo. E d’un bocciolo mi facesti dono, perch’io più forte mi stringessi a … Continua a leggere

PER LA DONNA, L’AMORE NON HA ETA’

  Lei è come un violino stradivari, unica opera d’arte, immutabile nel tempo. Ma mettila in mani inesperte e stonerà. Lascia che sia un maestro a pizzicar le sue corde… E ad ogni età, un’armoniosa melodia d’amore ascolterai.   Il poeta maledetto

Il ritorno – scritta l’ 8 gennaio 2001

  E ritorno a parlarvi d’amore, del mio fragile ed inutile cuore. Di quel cuore che in mille battaglie ha vissuto, è perito e rinato. La sua lingua ha milion di parole, il cui suono io m’ero scordato. Ma è tornato, son sicuro d’averlo ascoltato. M’ha parlato… Quel ch’ha detto; tutto l’ho scritto!   Il poeta maledetto  

L’amore vero è follia!

  L’amore vero è follia, è dare incondizionatamente e senza limiti, senza pensarci. L’amore vero è questo, ma può alimentarsi solo di amore vero. Se non vi è contropartita, brucia intensamente come una stella, rischiarando tutto ciò che lo circonda. Ma bruciando troppo e troppo in fretta, velocemente si spegne. E muore.   Il poeta maledetto

Fiorire e amore – scritta il 6 maggio 1996

    Raggio di sole, riflesso di luna, sulla tua pelle, sulla tua chioma bruna.   Beate le mani che carezzare posson quella pelle. Una volta eran le mie ora non sono quelle. Sospiri dati alle stelle nei giardini nascosti, ed in tanti altri posti. Ma il tuo viso si colorò di pianto. Mi risvegliai e svanito il sogno, se ne … Continua a leggere

Amore tu – scritta il 26 dicembre 1995

  Un attimo basta a perdersi nel tuo sguardo. Nell’infinito buio di un cuore che non ti può avere. Dolcissime labbra che strappaste all’anima mia il ricordo di un’età in cui cercavo l’amore e non trovavo che me; ora che ti ho davanti e ti guardo mi accorgo di aver trovato l’amore e di perderlo. Ti stringerei fra le mie … Continua a leggere

Come una farfalla – 13 dicembre 1995

  Come una farfalla che vola instancabile sui fiori nei prati di colline verdi, e si posa e poi rivòla libera; vola su di me spirito libero come sei, allontanami dal mondo, librami sulle tue ali amore. Accarezza le mie labbra, come una nuvola che delicatamente avvolge la luna. Oscura il cielo, ‘che a illuminare il mondo basterà il nostro … Continua a leggere

Giulietta e Romeo – scritta il 6 ottobre 1995

  Scrive d’amore il giovane pastore. Dichiara il suo sentimento con soave candore. Ma senza distrarsi dal proprio lavoro, governa il suo gregge con un nodoso bastone. Alla sua lavandaia pensa che nel paese è la più bella ragazza. E intanto sognante una pecora accarezza. Mia dolce Martina, mia dolce fatina, tanto felice sarei, d’averti a me vicina. Vorrei essere … Continua a leggere